“WELCOME / Stazione di sosta”

Posted on Posted in Quadri

INVITO WELCOME

Mostra collettiva 24 ottobre 2015 – Abbazia di San Pietro a Ruoti – Bucine.

L’Abbazia S. Pietro a Ruoti è spazio della memoria che vive al presente, nella dimensione dell’accoglienza, dell’ospitalità e del dialogo.Il significato storico-architettonico che proviene dalle stratificazioni temporali e funzionali, con la particolare allocazione nell’area della Valdambra, ne fa luogo aperto ai “linguaggi del possibile”, agli incontri delle singolarità plurali dell’arte e della cultura che sono indicazioni per un’armonia delle differenze anche nelle relazioni sociali. L’Abbazia si configura, dunque, come luogo della riflessione, del dialogo e della ricerca per nuove forme dell’incontro e della interazione. In essa può attivarsi il cuore pulsante di un luogo della cultura che nella risonanza della memoria storica apra altri cammini di conoscenza e di nuova socialità. La valorizzazione dell’iniziativa artistico – culturale come evento che sia snodo qualitativo della fruizione del territorio, in forme non meramente “decorative” e “accessoriali”, è il percorso per una socializzazione dell’operare artistico non demagogica ma di partecipazione emozionale e riflessiva. Un luogo di rivelazioni e documentazione del pensiero contemporaneo. Una “Stazione” permanente di progettazione culturale, per una presenza non occasionale ma di persistenza dinamica che realizzi un’interazione con le preesistenze ambientali e con le tonalità interrogative delle forme sociali e di vita del presente. “Welcome/ Stazione di sosta” è un desiderio di vicinanza ai “migranti” e al loro diritto di esistere in sicurezza e in dignità. L’arte per sua natura si nutre di ‘sconfinamenti’. Detesta barriere e filo spinato, è cammino libero e gioia dell’approdo. “Welcome/ Stazione di sosta” è un evento d’arte ,( un percorso multimediale costituito da opere, installazioni, performance e video), realizzato da un gruppo di artisti di diversa provenienza geografica e culturale che con il loro lavoro fanno ‘sosta’ in Abbazia per manifestare insieme, stupore e rabbia e sollecitare una riflessione attenta e partecipata sul tragico e storico esodo dei “migranti” in Europa.

Share